AUTUNNO

 

225px-Autunno_viale_alberato.JPG
150px-Autunno.JPG

 

 

Fruscio di passi

castagne occhieggianti dai ricci spinosi

raggi di sole tra i rami spogli

pennellate di colori

ultimo guizzo di vita

prima del sonno invernale.

Silenzio nel cielo terso

son partite le rondini

soltanto il martellare del picchio

che aggiusta la casa

per il freddo che viene.

Profumo di funghi che non trovi

si nascondono per non farsi trovare

e fugge il cinghiale

rotolando giù dal pendio

s’è salvato dall’ultima battuta

e ora ha paura.

Finalmente è finita l’estate!

Amo l’autunno

con l’arcobaleno.

 

260px-Dendrocopos_major_4_(Marek_Szczepanek).jpg
230px-Chestnut02.jpg

foto varie 040.jpg
AUTUNNOultima modifica: 2009-10-31T21:29:15+00:00da paolopietr
Reposta per primo quest’articolo

47 pensieri su “AUTUNNO

  1. ^__^ sarebbe carino ,se mi potessi fotografare da casa tua ,ma non si puo’ .

    Ne ho bevuto parecchio ….dopo il litro non me ne ricordo con certezza …ma è servito a poco .
    Mal di testa ????
    Ieri mi sembrava di averne due di teste 🙁

    bacio

  2. L’autunno ci regala dei colori stupendi. Trovo che questa stagione sia un pò sottovalutata, eppure è bellissima..il riposo prima del grande freddo.
    Complimenti per la poesia e per le magnifiche foto che l’accompagnano.

    un saluto caro di buon inizio settimana,
    Ros

    p.s.spero che tua figlia vada meglio e abbia ormai superato il periodo più difficile.

  3. Buongiorno Paolo,
    anch’io amo l’autunno e anch’io ho scritto una poesia che sicuramente avrai letto.
    Grazie per il tuo intervento e per la poesia che mi hai mandato. A proposito, dobbiamo sentirci perché pensavo di rivolgermi (non subito) alla tua tipografia.
    Un caro saluto.
    Nadia

  4. Che bravo ad avere dedicato un post per Natuzza Evolo. La sua storia mi commuove sempre, speriamo di vedere qualcosa di lei in tv, uno speciale a lei dedicato, magari.
    In mezzo a tutte le brutture che ci propina la televisione, sarebbe uno spiraglio di luce.:-)

    Ti ringrazio del commento e della tua vicinanza, hai ragione, sono mulini a vento, con una differenza, quelli sono inoffensivi, loro invece sono molto offensivi e volgari, e la cosa stupefacente è che di quella volgarità, non si rendevano conto in due, il ragazzetto e il proprietario dle blog che avrebbe dovuto mettere uno stop, dopo le prime parole idiote pronunciate ancor prima del mio commento.
    Avrai letto vero” poveracci, sono accerchiati….gli consiglio di armarsi e partire per le crociate”. Ma che schifo!
    Hai visto che altre parole è riuscito a vomitare il ragazzetto? Bella gioventù….fortunatamente non sono tutti come lui i giovani. Ci credi che ero imbarazzata io per lui e per quell’altro che gli reggeva il gioco?
    Ma sai, molte persone hanno letto, hanno valutato, e non ci hanno fatto una bella figura, come immaginavo.
    un saluto caro buona Domenica, Ros

  5. Che bravo questo figliolo che noi ci siamo tutti commossi. Davvero e si dice che meno male che i giovani non sono tutti uguali. Ci sono brave madri che sanno educare i propri figli e metterli in croce. Si la croce della vita della verita’ e della tua via: Paolo Pietro, perche’ tu hai la tua via con le tue parole di saggezza sciacquonica. Bravo. Bravi tutti e incrociatevi.

  6. I “coraggiosi” ci sono sempre eh?

    Ma d’altronde, se dell’anonimato fanno la loro bandiera, se il coraggio lo trovano soltanto per offendere Cristo e poi non hanno la faccia e l’onestà per mostrarsi, e mettere sotto a quei commenti il proprio nome e il proprio blog, cosa vuoi aspettarti di più da gente simile?
    Mi passi l’Ip di quei due commenti ?
    Porta pazienza.

  7. Ciao Paolo Pietro e buona giornata a te. Intanto, ti ringrazio per gli interventi con cui hai voluto contribuire alla discussione in corso nel mio blog. Ho letto attentamente gli stessi e tutti gli altri lasciati. Sono d’accordo con te che i crocifissi non fanno male alcuno ma, tuttavia, una soluzione deve essere trovata, che metta tutti d’accordo. Ti lascio una mia risposta che racchiude le impressioni ricevute da tutti i commenti. E’, chiaramente, provocatoria:

    Mi sono letto tutti i commenti, quelli rivolti a me o scambiati tra bloggers nel corso della discussione. Va be’… invece di rispondere singolarmente, proverò a riassumere le varie obiezioni o i vari argomenti affrontati, in un’unica risposta.

    Subito una precisazione: per quanto mi riguarda, penso che il crocifisso gli italiani se lo possano attaccare dove meglio credono. Ho ben altri problemi da risolvere ed il crocifisso, non me ne vogliano i credenti, cambia veramente poco alla mia vita… anche spirituale!!! Peraltro, non credo che siano i simboli esposti a garantire la religiosità di un credente. Potrei fare un elenco di perfetti fetenti… che però hanno il crocifisso attaccato alla parete dell’ufficio o la madonnina sulla scrivania!!!

    Pur nel rispetto delle posizioni che chiaramente sono opposte alle mie, ciò che mi lascia stupito è la completa mancanza di qualsiasi seppur velato dubbio che noi non si sia proprio “onesti”!! E per onestà intendo quella dimostrata nell’esercizio di un “diritto” legittimo di una parte degli italiani, contrario ad un “principìo” altrettanto legittimo e sottoscritto al cospetto delle Democrazie europee e che vale come legge internazionale.

    Se qualcuno si fosse andato a leggere il Protocollo addizionale alla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, firmato a Parigi il 20 marzo 1952, all’art. 2 avrebbe letto “il diritto all’istruzione non può essere rifiutato a nessuno. Lo Stato, nell’esercizio delle funzioni che assume nel campo dell’educazione e dell’insegnamento, deve rispettare il diritto dei genitori di assicurare tale educazione e tale insegnamento secondo le loro convinzioni religiose e filosofiche”.

    Tipico dell’italiano è pensare che debbano essere sempre gli altri a dimostrare onestà e rispetto delle leggi… salvo poi trovare qualsiasi attenuante o interpretazione al proprio comportamento. Comportamento spesso ipocrita… e per questo ho fatto l’esempio del Decreto Regio: dopo lo stesso sono state firmate, dall’Italia, disposizioni che dicevano tutt’altro. Ripeto, potrà anche essere “facoltativo” ma dopo dovevamo attenerci a ben altro che di “facoltativo” non ha nulla.

    Penso che gli argomenti esposti siano tutti legittimi. Però, sono personali e nulla portano alla “collettività” tutta se non ulteriori divisioni e incomprensioni.

    Rimane il quesito se sia questo il modo di difendere la nostra cultura e tradizione o se, come penso io, sia invece solo il contentino al nostro insoddisfatto personale ego!!

    Provo a farla io una proposta: stracciamo la Convenzione Europea per i diritti dell’uomo, visto che non si possono stabilire deroghe agli articoli in essa contenuti, e una volta tanto gli italiani dimostrino di avere le palle!! Rinunciamo alle garanzie di libertà che la stessa riconosce, rinunciamo noi per primi, visto il fastidio che proviamo quando qualcuno chiede che gli stessi vengano rispettati!!! Rinunciamo in prima persona a qualsiasi garanzia e rinunciamo anche alla presuntuosa convinzione di poter insegnare agli altri cosa sia la “democrazia”. Soprattutto a quei paesi che con arroganza definiamo “culturalmente” arretrati!!!

  8. Io uso explorer e difatti del post Natuzza,vedo soltant le foto, ma non leggo il post e i commenti.
    Si ho letto, i cagasotto ci sono sempre che vuoi farci? Fanno i leoni dietro ad un monitor, e poi tremano come agnelli, al solo pensiero di mettere il proprio link, che vuoi farci?
    Ma se controlli l’Ip, vedi almeno da quale città provengono e molte altre cose…anche se, per quel che mi riguarda, quei commenti li, è come se fossero firmati. 😉 Esemplari simili, non ce ne sono molti in giro…

    Stavo pensando di proporre un “baratto” : “Crocifisso al muro o portafoglio più leggero?” *____^
    Vedrai che quando vai a toccare il portafoglio, se ne fregano tutti di UE di leggi e leggine…

  9. Ciao Carissimo Paolo,
    Sono felice che il tuo prezioso poeta cuore abbia riconciliato la cara Mammola.
    Spero tanto che tua figlia stia meglio, basta credere nel buon cuore di quel dio dimenticato affinché scompaia ogni male.
    Belle le tue ispirative parole che rievocano alla mente il salvifico contemplativo arcobaleno.

  10. Caro Paolo Pietro,
    la tua visione della luna si ricollega alla tradizione romantica del chiaro di luna. Posizione onesta.
    Io amo nella mia creatività esplorare angoli e punti di vista, volgere, capolgere e spesso amo uscire anche dalla tradizione. In poesia si può anche provocare per emozionare e si può emozionare anche ragionando. Poichè ragione ed emozione non sono antitesi, ma ossimoro.
    Non a caso quando cito, non copio, ricreo, cambio, deraglio, ravvivo, prendo le distanze e ogni poesia diventa mia, assolutamente mia ed origianale…anche se ti dirò io non amo farmi chiamare poetessa (eppur mi capita che qualcuno lo faccia e me lo son trovata anche scritto in diverse occasioni), perchè credo vero che un secolo produca pochi veri poeti.
    Poeta era Alda ad esempio…
    Gli altri? I molti che scrivono componimenti in versi? Come chiamarli?
    Versificatori. Onesti tecnocrati del verso…
    Penso che ricordarci del Due – Trecento quando anche Dante e Petrarca dovettero darsi da fare per conquistare l’alloro con cui si veniva coronati poeti aiuti non poco noi scrittori in versi ad esseri umili sacerdoti della parola.
    Ciao Cristiana

  11. Ciao PP, per prendere l’ IP devi entrare nella gestione del tuoblog, poi a POST e dopo clikki su COMMENTI. Da li vedrai l’indirizzo , il nome e una serie di numeri, che sono appunto l’IP, devi cliccare quindi sotto il commento anonimo, come se lo volessi leggere.
    Ciao

  12. No Paolo, io “dall’esterno” non riesco a vedere, dovrei entrare nella gestione e non mi è possibile, ma lo puoi fare tu.
    Devi fare cosi:
    Entra in GESTISCI (come quando vuoi fare un nuovo post)
    POST- clicca su TUTTI I COMMENTI
    guarda dove hai quei due commenti del “coraggioso”
    nel lato DESTRO noterai una scritta in azzurro che dice: MODIFICA COMMENTO
    ecco, apri il commento da li, in basso, subito dopo il commento troverai la scritta:
    INDIRIZZO IP DELL’AUTORE.
    Vedrai dei numeri, quello è l’indirizzo IP.
    Credimi, più semplice a farlo che a scriverlo. 🙂

  13. Buona serata, Paolo Pietro. Giravo per blog e mi sono imbattuto in un tuo commento in cui hai espresso alcune considerazioni su alcuni bloggers tra cui io!! Tengo subito a precisare che quanto da te espresso non è per me di nessuna natura offensiva!!

    Volevo solo condividere quanto da te espresso, semmai per confermare le tue impressioni!!! Puoi tranquillamente definirmi “ignorante” perché sono consapevole di esserlo e di “ignorare” tante e tante di quelle cose che mi ci vorrebbero 100 vite per colmare, solo in parte, tale abisso di conoscenza!!! Ho timore di chi crede, invece, di essere depositario di verità e conoscenza!!!

    Personalmente, insisto nelle mie convinzioni finché il bagaglio di cultura di cui dispongo, supporta ciò che intendo esprimere. Oltre, non vado perché non devo dimostrare nulla a chi discute con me. In genere, invece, si tenta di fare il contrario con me salvo poi dover dimostrare l’infondatezza delle affermazioni altrui.

    Pur ritenendo di essere dalla parte della ragione, sono talmente disposto a metterla in discussione (perché io mi metto spesso in discussione e non solo qua nella rete) che difficilmente mi arrabbio o voglio imporre le mie idee. Rabbia la provo solo verso la maleducazione.

    E’ per queste ragioni che non mi considero un mulino a vento, sono disposto a confrontarmi con tutti, a non “scegliere” i miei interlocutori in base alla loro fede, vuoi religiosa vuoi politica…. e non ritengo le discussioni che vengono svolte, anche quelle più accese, inutili!!!!

    Tutt’altro, ritengo che l’amore per la vita, l’amore che deve essere espresso attraverso le azioni quotidiane… e mettici pure l’amore che si esprime attraverso la fede professata, si debbano realizzare anche attraverso l’impegno e la lotta quotidiana… senza mai rinunciare definendo inutile ciò che si fa o si affronta quotidianamente!!!!

    Se risorgeremo anche “noi” atei non posso assicurartelo… ma nel caso fosse, stai tranquillo che per quanto mi riguarda non ho nulla di cui vergognarmi!!! Quindi, sempre per quanto mi riguarda, dubito che ti farò ridere!!!!

    Con l’augurio di una buona serata!!!!

  14. Oddio Carlo, non mi sembra che provi cosi tanta rabbia di fronte alla maleducazione.
    Anzi, hai accettato offese che nessun’altro blog avrebbe tollerato, e te le hanno fatte anche notare….

    Paolo, il mio indirizzo mail, è quello che leggi in questo commento, mandami li l’IP ok?

    Buona serata, Ros

  15. @ Carlo. Tu ti riferisci ad un commento che ho fatto ad un’amica in un momento un pò agitato per lei. Ho fatto il tuo nome, di Dalai e di Mayo che eravate un pò gli antagonisti del suo pensiero e non mi pare di aver detto nulla di male nei vostri confronti. In quanto ai mulini a vento, la mia amica sapeva a chi mi riferivo, perché molto tempo fa avevo lottato contro di loro per altre ragioni. Anche Mayo si è sentito coinvolto coi mulini e mi spiace che sia accaduto anche a te. Se avessi pensato a vui lo avrei scritto nel tuo blog, perché credimi che io non ho paura di nessuno e le cose non le mando a dire ma le dico direttamente.
    Sono ben lungi di pensare a te come un mulino a vento, perché anche se non la pensi come me, tu continui a pensarla e non cambi e per questo ti rispetto.
    pppp

  16. Paolo Pietro, gradirei capire come fai a mettere in relazione il “Cesare” che viene nel mio blog con gli anonimi che vengono da te e di cui conosci gli IP. Visto che io non ti fornisco gli IP di chi accede al mio blog, come arrivi ad affermare ciò, nel mio blog?

    Paolo Pietro, certi giochini falli fuori dal mio blog, per favore!!!! Buona giornata a te.

  17. PER CORRETTEZZA LE LASCIO LA MIA RISPOSTA SCRITTA ANCHE NEI COMMENTI DEL MIO BLOG:

    Egregio Sig, Paolo Pietro non ho l’ abitudine di rispondere sul mio blog ai visitatori ma per lei, e le assicuro molto malvolentieri, chiedendo scusa agli avventori del mio spazio virtuale, faccio un’ eccezione. La ringrazio per aver cancellato dopo aver verificato la veridicita’ delle mie affermazioni il suo post riferito alla mia persona, non e’ la prima volta, il sottoscritto ha “l’ onore” di interi “dossier” e “post manifesto” scritti da “chi sappiamo” e “addestramenti di truppe” contro di me. Mi permetta ora di controbbaterla su alcuni punti essenziali della convivenza civile seppure in web:

    Le riporto, ad imperitura memoria quello che ha scritto, sia nel suo post a me “gentilmente” dedicato:

    “Cesare la tua IP è: 67.159.44.51 è sempre quella anche se cambia il nick e l’ indirizzo mail, sei sempre tu, mi fai schifo cambia zona perché mi hai rotto. Ora ti ricevo nel cesso che è il tuo ambinete preferito occhio perché se il coccodrillo non fa il suo dovere ti sparo in bocca”.

    Sia quello che ha scritto nel blog di Carlo58:

    Carlo vedo che da te cesare blue road entra come amico, da me invece emtra con Ip ed indirizzo di povera gente ignara seminando cessi e cazzate. A me così fa molto onore e ti assicuro che lo aspetto sempre con ansia per augurargli di crepare presto sulle strade contorte della sua vita.
    Di solito i miei auguri vanno a segno.
    pppp
    Scritto da : paolo pietro | 11/11/2009

    Se mi sono permesso di afferamare una cosa simile è perché ne sono sicuro, ormai quel tizio lo conosco e non è la prima volta che fa cose di questo genere e non solo a me è semplicemente un povero di spirito che sarà meglio mi giri alla larga. Ho scritto da te perché lì l’ho incontrato, ma tu non c’entri nulla, sia chiaro.
    pppp
    Scritto da : paolo pietro | 11/11/2009

    Sia quello scritto nel blog di Oscar Baccin in arte “Ponyboy”, a proposito se mi spiega chi e’ questa
    giornalista, sa com’e’ puo’ anche essere una mia collega, magari ci facciamo un servizio sui “mali”
    del web, e MyBlog/Virgilio in quanto a questo e’ una miniera inesauribile:

    Da Carlo è bello perché senza suo volere si incontra di tutto, Beh Dalai è un ragazzino un pò birbantello col quale fa anche piacere discutere, ma ho incontrato anche cesare blue road che mi è venuto pure a trovare con la ip e l’indirizzo di una povera giornalista, me se crede di fregarmi si sbaglia il suo stile è inconfondibile e ormai conosciutissimo nel web, non so come mai non gli hanno ancora sparato, ma se insiste lo ammazzo io. Meno male che i comunisti non sono come lui, però a loro non fa una buona propaganda.
    pppp

    Scritto da : paolo pietro | mercoledì, 11 novembre 2009

    Ora lei viene qui in “pace” e chiedendomi scusa. Un bel gesto che ho in parte apprezzato. Badi bene apprezzato ma non accettato. Anche perche’ sarei davvero curioso di sapere io che cosa c’entro con una persona che si esprime in simili termini bestial/mafiosi? (vedi post dedicatomi) Cosa c’entro io con una persona che afferma di conoscermi “bene”, ma che io non so nemmeno chi sia o “cosa” sia. Voleva provocarmi? mi dispiace deluderla non c’e’ riuscito, quello che avevo da dirle a lei e ai suo “addestratori” l’ ho scritto nel commento del suo post cancellato. Non si lascia influenzare da nessuno? gliel’ ho pur scritto, lei e’ solo l’ ultimo di una sterminata lista “addomesticata” a dovere da “chi sappiamo”, e sono anni che mi sento ripetere da gente che non ho il piacere (o dispiacere a seconda del punto di vista) di conoscere, le stesse identiche parole di disprezzo, ripetute “ad libitum” da “chi sappiamo”. Il sottoscritto se permette si e’ un tantinello stufato, e sempre ad imperitura memoria, in un “post capolavoro” dedicato al sottoscritto (sempre da chi sappiamo), nel quale si affermava di me il peggio di tutto il peggio che un uomo possa sopportare (con tanto di nome cognome e luogo di lavoro), lei si ergeva a paladino della rettitudine e della giustizia, asserendo (senza nemmeno conoscere il sottoscritto), che per gente come “me” ci sarebbe voluta la castrazione chimica.

    Non voglio tediarla oltre e mi rendo conto che con lei ho perduto fin troppo tempo, mi preme invece scriverle che seppur apprezzato il suo gesto, non accetto le sue scuse.

    Se 1938 (scritto nel suo indirizzo mail riferito al suo commento) e’ la sua data di nascita, mi permetta di darle io un consiglio, sebbene piu’ giovane di lei.

    Si vergogni.

  18. Carissimo Cesare, vedo che lei ha molto tempo da perdere sui blog, io no, il blog lo considero una cosa in più e non essenziale alla mia esistenza, ho cose molto più importanti a cui pensare e fare. Solo mi girano le balle quando qualche anonimo mi dice coglionate. Non è lei quell’anonimo? ok, le ho chiesto scusa e le ho anche detto perché avevo pensato a lei: stile di scrivere, passione per i water ed altre cose. Mi sono sbagliato e credo a quello che lei mi dice. Le ho porto la mano che lei respinge, non so cosa altro dirle, se la gradisce posso farle una poesia, di più non posso fare.
    pppp

  19. La ringrazio veramente di cuore, ma credo siano piu’ che sufficienti le “poesie” gentilmente a me dedicatemi in altri blog da parte sua. e nel suo fu-post.

    La saluto augurandomi con tutta l’ anima di non incrociarla piu’ sul mio cammino. Virtuale e non.

  20. La stagione dell’autunno ha dei colori e profumi particolari
    e tu con questa poesia sei riuscito bene a descriverla…
    Complimenti, sempre bravo… grande maestro!
    Un saluto affettuoso, miele.

    Scusa per l’assenza ma impegni lavorativi mi hanno tenuto lontano…
    come sta adesso tua figlia?

  21. Capoccione ,ma il non ritorno è dovuto alla libera scelta dell’uomo che si lascia sedurre e ammaliare a tal punto dal non voler tornare …anche se …detto tra noi ,ci sono sempre i casi limite …ahahahahahhahahahaah scappa pppp scappa sempre quando vedi lacci e catene
    nun se sa maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii …ahahahahahahahah 😀

    baci
    kicca

  22. Ciao PP, visto? Ora ci si è messo pure quel “sant’uomo” di Don Farinella, che a forza di scrivere lettere a Vescovi e Cardinali, prima o poi lo scomunicano 😉
    Ricordi quando scrisse lettere ai Cardinali per la lettera di Veronica Berlusconi?
    Ma sono cose di cui si deve occupare un prete, andando a scomodare i Cardinali?

    Mah….
    Buona giornata carissimo, tutto bene?
    Ros

  23. ciao paolo, ho avuto delle settimane piuttosto intense: prima sono venuti i miei a trovarmi, poi mio marito si è ammalato, poi siamo andati fuori per qualche giorno, ora ci sono i miei suoceri!!! mi fa piacere sapere che tua figlia sta meglio e che tu stia scrivendo, sei bravissimo.
    un abbraccio

  24. Grazie carissimo PP, per il bel regalo che mi hai donato.
    Parole che danno al Natale, il vero significato…

    Ti auguro giorni sereni, ti auguro un Buon Natale e….un 2010 migliore.
    Abbraccio per tua figlia, sia per lei un anno più sereno, e lo sarà…il peggio è passato.
    Ti abbraccio,
    Ros

  25. Ti chiedo scusa se arrivo solo oggi ad augurarti un dono di serenità in queste festività…
    Il mio natale è stato speciale.. un po’ doloroso…
    l’amare nella gratuità è poggiare la tenda della solidarietà
    nelle periferie dell’essere di ciascuno
    condividendone gli echi di ogni grido di liberazione!
    Auguri!

Lascia un commento